Rischio chiusura “Fonderie Meridionali”

Rischio chiusura “Fonderie Meridionali”

Al Ministro dello sviluppo economico.

– Per sapere –

premesso che: da alcuni giorni i circa 100 dipendenti delle «Fonderie Meridionali» di Bari stanno protestando in merito ai rischi di chiusura dello stabilimento di proprieta’ del gruppo Ceco DT; l’azienda starebbe valutando la doppia opzione o della vendita dell’impianto o della ristrutturazione e, comunque, in entrambe le ipotesi a rischio vi sarebbero molti posti di lavoro;

un eventuale chiusura dell’impianto avrebbe ripercussioni negative anche per l’indotto industriale di Bari a partire dalla General Elettric;

Regione Puglia e comune di Bari hanno già manifestato la piena disponibilità per quelle che sono le proprie competenze, a fare di tutto per scongiurare la nefasta ipotesi di chiusura e hanno chiesto l’attivazione di un tavolo tecnico in sede ministeriale;

tra le criticita’ emerse vi sarebbero quelle legate a lungaggini burocratiche nelle procedure di affidamento di gare e appalti;

va evitato un ulteriore ridimensionamento del tessuto industriale presente a Bari in considerazione della già difficile situazione produttiva ed occupazionale

-:

se il Ministro intenda raccogliere la richiesta effettuata da Comune di Bari e regione Puglia per l’attivazione immediata di un tavolo ministeriale con l’azienda al fine di scongiurare la chiusura dell’impianto delle Fonderie Meridionali di Bari e la conseguente salvaguardia dei livelli occupazionali.

/ Articoli / Tags:

Condividi