Influenza: ministero verifichi situazione Puglia

h1n1

Influenza: ministero verifichi situazione Puglia

(ANSA) “Chiediamo al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, di conoscere quali iniziative intenda adottare per verificare la situazione della epidemia influenzale in Puglia anche a fronte della notizia di tre decessi per le conseguenze legate all’aggravarsi di sindromi influenzali legati al virus H1N1.

Sarebbe utile promuovere una piu’ efficace campagna informativa per quanto riguarda il vaccino al fine di scongiurare situazioni emergenziali”.

Lo dice Alberto Losacco, deputato del Pd che ha presentato una interrogazione al ministro della Salute su questo tema.

“Nelle ultime ore in Puglia – prosegue Losacco -, come si apprende dall’Osservatorio epidemiologico regionale, si sono registrati tre decessi per le conseguenze dell’influenza. Le vittime erano ricoverati negli ospedali San Paolo di Bari, Miulli di Acquaviva delle Fonti (Bari) e Vito Fazzi (Lecce). Altre 25 persone risultano essere ricoverate in centri di rianimazione degli ospedali pugliesi per sintomi influenzali.

In Puglia come del resto in Italia ancora e’ stato toccato il picco influenzale e purtroppo potrebbe crescere ancora il numero dei ricoveri per le conseguenze dell’influenza mettendo a dura prova la rete ospedaliera e gli operatori sanitari”.


INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE
AL MINISTRO PER LA SALUTE
PER CONOSCERE
PREMESSO CHE:

– Nelle ultime ore in Puglia, come si apprende dall’Osservatorio epidemiologico regionale, si sono registrati tre decessi per le conseguenze legate all’aggravarsi di sindromi influenzali legati al virus H1N1;

– le tre vittime erano ricoverati negli ospedali San Paolo di Bari, Miulli di Acquaviva delle Fonti (Bari) e Vito Fazzi(Lecce) ;

– Altre 25 persone risultano essere ricoverate in centri di rianimazione degli ospedali pugliesi per sintomi influenzali;

– Nessuna delle vittime risultava essere vaccinata

– In Puglia come del resto in Italia ancora è stato toccato il picco influenzale e purtroppo potrebbe crescere ancora il numero dei ricoveri per le conseguenze dell’influenza mettendo a dura prova la rete ospedaliera e gli operatori sanitari.

– l’allarme creato dal temporaneo ritiro cautelare di un lotto di vaccino, è rientrato dopo le analisi condotte da Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e stituto Superiore di Sanità (ISS) che hanno confermato la sicurezza del vaccino antinfluenzale ed esortato la popolazione a vaccinarsi;

Si chiede pertanto di conoscere se e quali iniziative il Ministro intenda adottare per verificare la situazione della epidemia influenzale in Puglia anche a fronte delle notizie riportate in premessa e se non ritenga utile promuovere una più efficace campagna informativa per quanto riguarda il vaccino al fine di scongiurare situazioni emergenziali .

/ Articoli

Condividi