19 hours ago

Alberto Losacco

Il 25 aprile della Puglia.

Il contributo di sangue dei pugliesi nella lotta per la liberazione del Paese.

La Puglia è, subito dopo la Sicilia, la regione
del sud a contare il più alto numero di partigiani vittime della lotta per la liberazione dal nazifascismo.
Dalla Provincia di Bari furono 505, da Foggia 338, da Brindisi 146, da Lecce 134, da Taranto 111.
Giovani soldati caduti in combattimento, fucilati e deportati. Vi furono anche 20 donne baresi nella resistenza.
Ricordiamo, per tutte, tre sorelle: Arcangela De Palma (nome di battaglia Emily), Antonietta e Luisa che collaborarono con la "Terza divisione Alpi".
Da Andria verso Torino combattè l'eroe nazionale Dante di Nanni, medaglia d’oro al valore militare, ucciso nel 1944 dopo avere combattuto coraggiosamente nella capitale piemontese. Eroi anche i fratelli Vincenzo ed Antonio Biscotti, originari di Peschici, il primo medaglia d’argento al valore militare, uccisi in combattimento nel febbraio 1945 presso Biella. Molti altri pugliesi, soprattutto militari, caddero in combattimento o furono deportati per rappresaglia in Germania. Tanti altri caddero per riconquistare la libertà perduta.
Anche grazie a loro e al loro immenso sacrificio, oggi celebriamo la Festa della Liberazione dell'Italia.
Non dimentichiamolo mai.
... See MoreSee Less

Il 25 aprile della Puglia.

Il contributo di sangue dei pugliesi nella lotta per la liberazione del Paese.

La Puglia è, subito dopo la Sicilia, la regione 
del sud a contare il più alto numero di partigiani vittime della lotta per la liberazione dal nazifascismo.
Dalla Provincia di Bari furono 505, da  Foggia 338, da Brindisi 146, da Lecce 134, da Taranto 111.
Giovani soldati caduti in combattimento, fucilati e deportati. Vi furono anche 20 donne baresi nella resistenza.
Ricordiamo, per tutte, tre sorelle: Arcangela De Palma (nome di battaglia Emily), Antonietta e Luisa  che collaborarono con la Terza divisione Alpi.
Da Andria verso Torino combattè  leroe nazionale Dante di Nanni, medaglia d’oro al valore militare, ucciso nel 1944 dopo avere combattuto coraggiosamente nella capitale piemontese. Eroi anche i fratelli Vincenzo ed Antonio Biscotti, originari di Peschici, il primo medaglia d’argento al valore militare,  uccisi in combattimento nel febbraio 1945 presso Biella. Molti altri pugliesi, soprattutto militari, caddero in combattimento o furono deportati per rappresaglia in Germania. Tanti altri caddero per riconquistare la libertà perduta.
Anche grazie a loro e al loro immenso sacrificio, oggi celebriamo la Festa della Liberazione dellItalia.
Non dimentichiamolo mai.

Comment on Facebook

Si. ..festeggiamo la liberazione ...oggi intanto siamo prigionieri di questi "azzeccagarbugli " che si disputano le poltrone 😂

....CHE CAZZO HANNO LIBERATO. ...... CHE HANNO SPROFONDATO LA PUGLIA. ..HANNO PORTATO LA PUGLIA ALLA ROVINA. VIVA LE CAMICE NERE. VIVA IL FASCISMO.

Buona notizia. La Sicilia poi è molto più grande

Non dimentico mai quello che mi raccontava mio padre,alle rappresaglie ai soprusi e tante altre cose che non sto qui a dirle un abbraccio

Il giudizio il25 aprilesta facendo giustizia per wialcuno

Cosa hanno liberato ? Massacrando e stuprando donne e bambini con pertini in testa siamo prigionieri della ue dei cosidetti portatori di democrazia con in testa lo zio sam di che cazzo di liberazione parlate razza di ignoranti

Ma i partigiani erano militari in permesso o disertori?

+ View more comments

1 day ago

Alberto Losacco

Per fedeltà alla vocazione marinara e mediterranea avevamo chiesto alla musica di alleggerirci delle parole.

La musica di Giovannangelo ha mescolato lingue di ogni dove e strumenti musicali di varie provenienze, anche temporali.

Cosmo de Pinto ha catturato emozioni trasformandole in immagini, rendendo surreale il concerto di sabato scorso.

Giovannangelo, protagonista della serata è stato perfettamente a suo agio tra le reti accatastate sul muro del deposito del peschereccio Maria Domenica, tra le note e tra le parole di antiche risonanze.

Anche Mimmo Facchini, pescatore/armatore, si è emozionato tanto, nascondendocelo, come sanno fare solo certi lupi di mare.

La Galleria delle foto che vi proponiamo sia un Viaggio .

Buon vento a tutti.
... See MoreSee Less

2 days ago

Alberto Losacco

e questa volta ci vuole...
#autosatiraDopo un mese di inattività, 13mila euro in saccoccia e doppio ponte mortale fino al 7 maggio #camera #iltempodioshø
... See MoreSee Less

e questa volta ci vuole...
#autosatira

2 weeks ago

Alberto Losacco

Le mie congratulazioni a Padre Giovanni Distante, che oggi si è ufficialmente insediato come Rettore della Basilica di San Nicola. Padre Giovanni è un profondo conoscitore di questa comunità e per questo saprà svolgere al meglio l’importante incarico al quale è stato chiamato.
Lo storico evento delle spoglie del Santo in Russia, ma anche gli eventi di valorizzazione della Basilica, a cominciare dall’iniziativa del Governo, che ha accolto la richiesta di emissione del francobollo. San Nicola rappresenta la fratellanza tra i popoli e le fedi. Il nuovo Rettore avrà anche il compito di lavorare con le Istituzioni locali, per continuare il lavoro intrapreso in questi anni di valorizzazione culturale e artistica, di crescita turistica della nostra città.
A lui i migliori auguri di buon lavoro.
#BasilicaSanNicola
#CittadellaNicolaiana
#Bari
... See MoreSee Less

Le mie congratulazioni a Padre Giovanni Distante, che oggi si è ufficialmente insediato come Rettore della Basilica di San Nicola. Padre Giovanni è un profondo conoscitore di questa comunità e per questo saprà svolgere al meglio l’importante incarico al quale è stato chiamato.
Lo storico evento delle spoglie del Santo in Russia, ma anche gli eventi di valorizzazione della Basilica, a cominciare dall’iniziativa del Governo, che ha accolto la richiesta di emissione del francobollo. San Nicola rappresenta la fratellanza tra i popoli e le fedi. Il nuovo Rettore avrà anche il compito di lavorare con le Istituzioni locali, per continuare il lavoro intrapreso in questi anni di valorizzazione culturale e artistica, di crescita turistica della nostra città. 
A lui i migliori auguri di buon lavoro.
#BasilicaSanNicola
#CittadellaNicolaiana
#Bari

Comment on Facebook

Un gran bel ritorno!!

Congratulazioni Padre Giovanni D. un bene diverso da noi tutti Sai.... !!!

Auguri padre Distante

Il ritorno.

Basilica San Nicola

Congratulazioni Padre Giovanni D, Un gran bel ritorno, San, Nicola ,,❤️❤,,

Congratulazioni e auguri. CIAO!

Congratulazione padre giovanni

Congratulazione padre .

Congratulazioni Padre

Auguri

+ View more comments

2 weeks ago

Alberto Losacco

... See MoreSee Less

Load more