2 days ago

Alberto Losacco

Renzi: “quella straordinaria stagione di governo di Nichi e di Guglielmo”

C’è un filo invisibile che lega la giornata pugliese di Matteo Renzi. È il filo di una Puglia che, in questi anni, è stata artefice del proprio destino, accentando e vincendo la sfida di un Mezzogiorno diverso. è il filo che ha visto, e che vede oggi, tanti protagonisti. Ma mi si consentirà una menzione particolare a quella Puglia immaginata e costruita da Guglielmo Minervini.
L’abbiamo ritrovato ascoltando a Polignano le parole del Presidente dell’Assobalneari che ha ricordato come, grazie alla legge di Guglielmo del 2006, il settore balneare ha conosciuto la crescita e quella centralità nei percorsi turistici che oggi è sotto gli occhi di tutti.
L’abbiamo visto nel volto e nelle parole dei ragazzi di VeloService, una realtà nata grazie a Bollenti Spiriti e che oggi è prima su TripAdvisor tra le attività consigliate in Puglia. E l’abbiamo sentito all’ExFadda di San Vito dei Normanni, uno stabilimento enologico abbandonato e trasformato, grazie al contributo regionale e all’ingegno di Roberto Covolo che di Guglielmo fu amico e collaboratore, e rappresenta un punto di riferimento culturale per l’intero Mezzogiorno.
Non a caso all’ExFadda Renzi è stato accolto con una copia di quella Politica Generativa che rappresenta il testamento politico e morale di Guglielmo, a riprova che il suo pensiero, la sua opera continua a crescere e a costituire un punto di riferimento per tutti quelli che operano sul terreno dell’innovazione sociale.
Tutto questo è un balsamo sul cuore per tutti quelli che di Guglielmo sono stati amici e hanno condiviso pagine importanti della propria vita pubblica e privata. Ma soprattutto è la riprova che attorno a quelle intuizioni bisogna continuare a lavorare, perché costituiscono molto di più di ben riuscite iniziative amministrative. Sono un modello di governo, quello della politica generativa appunto: un patto diverso tra cittadini e istituzioni, coi primi che sono messi nelle condizioni di esprimere energie, competenze, talenti. Questa idea della politica e del Governo deve continuare a vivere, consolidando quanto di buono è stato fatto, rafforzando le intuizioni sulla partecipazione e sulla capacità dei territori. Ed è un discorso che non riguarda solo la nostra Regione, ma l’idea di Paese, quello del PD e delle sfide dei prossimi anni.

#TraccediGu
... See MoreSee Less

Renzi: “quella straordinaria stagione di governo di Nichi e di Guglielmo”

C’è un filo invisibile che lega la giornata pugliese di Matteo Renzi. È il filo di una Puglia che, in questi anni, è stata artefice del proprio destino, accentando e vincendo la sfida di un Mezzogiorno diverso. è il filo che ha visto, e che vede oggi, tanti protagonisti. Ma mi si consentirà una menzione particolare a quella Puglia immaginata e costruita da Guglielmo Minervini. 
L’abbiamo ritrovato ascoltando a Polignano le parole del Presidente dell’Assobalneari che ha ricordato come, grazie alla legge di Guglielmo del 2006, il settore balneare ha conosciuto la crescita e quella centralità nei percorsi turistici che oggi è sotto gli occhi di tutti.
L’abbiamo visto nel volto e nelle parole dei ragazzi di VeloService, una realtà nata grazie a Bollenti Spiriti e che oggi è prima su TripAdvisor tra le attività consigliate in Puglia. E l’abbiamo sentito all’ExFadda di San Vito dei Normanni, uno stabilimento enologico abbandonato e trasformato, grazie al contributo regionale e all’ingegno di Roberto Covolo che di Guglielmo fu amico e collaboratore, e rappresenta un punto di riferimento culturale per l’intero Mezzogiorno. 
Non a caso all’ExFadda Renzi è stato accolto con una copia di quella Politica Generativa che rappresenta il testamento politico e morale di Guglielmo, a riprova che il suo pensiero, la sua opera continua a crescere e a costituire un punto di riferimento per tutti quelli che operano sul terreno dell’innovazione sociale. 
Tutto questo è un balsamo sul cuore per tutti quelli che di Guglielmo sono stati amici e hanno condiviso pagine importanti della propria vita pubblica e privata. Ma soprattutto è la riprova che attorno a quelle intuizioni bisogna continuare a lavorare, perché costituiscono molto di più di ben riuscite iniziative amministrative. Sono un modello di governo, quello della politica generativa appunto: un patto diverso tra cittadini e istituzioni, coi primi che sono messi nelle condizioni di esprimere energie, competenze, talenti. Questa idea della politica e del Governo deve continuare a vivere, consolidando quanto di buono è stato fatto, rafforzando le intuizioni sulla partecipazione e sulla capacità dei territori. Ed è un discorso che non riguarda solo la nostra Regione, ma l’idea di Paese, quello del PD e delle sfide dei prossimi anni.

#TraccediGu

Comment on Facebook

Minervini un vero SIGNORE,ma il resto

Quasi ogni giorno sono arrestati e dico arrestati e non indagati politici di centrodestra o di centrosinistra io voto giovani onesti ed incensurati che non sanno rubare e dopo due legislature vanno a lavorare come tutti noi

Queste sono solo sceneggiate. Nelle cabine invece si reca la gente comune , non allineata , quella che non ha un lavoro stabile (in Italia aboliti i vauchers , aumentano del 129% i contratti a chiamata, che "fanno moina ").

Ti sono sincero Alberto. Sai quanto fossi legato a Guglielmo e sai l'impegno che ci stiamo mettendo perché i semi che ha lasciato continuino a germogliare. Ma questo non accade certo con le passerelle elettorali o pre-elettorali di questo o di quel candidato in calo di consensi che cerca visibilità utilizzando ogni spazio che gli viene concesso (da Fincantieri ai migliori esempi nel campo della innovazione sociale) in un indistinto meltin pot che svilisce ogni significato. Non è con una passerella di Renzi all'ex fadda o la sua foto con in mano il libro di Gu che serve a rilanciare il senso del suo impegno. No, anzi. Credo che questa sia solo propaganda, utile magari per riciclare tutti coloro che quelle politiche di Guglielmo le hanno ostacolate o che hanno ostacolato il suo stesso modo di concepire la politica. Temo così che si sia solo voluto utilizzare la sua storia, il suo esempio e la sua forza evocativa per sedurre un pezzo di elettorato oggi smarrito, provando a sventolare vessilli che però per cultura politica non appartengono a chi prova certe operazioni. Perché il trucco è troppo smaccato. E sotto quel trucco si vede la stessa vecchia politica. Quella che (come sai bene) Guglielmo ha sempre combattuto. E tu con lui. Ti abbraccio con la stima e l'affetto di sempre

Renzi e Minervini accostati? Mah, povero Gu'!

Grandissimo 👌👏👏👏👏

Una rondine non fa primavera.

Ma se viene contestato in tutte le stazioni?? A vasto per poco non lo linciavano :-)!! Naturalmente le tv non hanno visto niente!!!

Che commento può essere fatto?! Ha aiutato le banche e lobby e massacrato i cittadini.

RENZI????MA ANDASSE AD IMBROGLIARE QUALCUN'ALTRO NON I PUGLIESI !NON SO COME FATE A STARGLI ANCORA DIETRO !MA!!!

Credo che il Renzi abbia poco e quasi niente a che fare con Minervini.

Che letamaio

Straordinaria per te forse deficiente...

Ecco i pecoroni

Ma non vi vergognate a postare questa infamia?

Sponsorizzata😂😂😂😂😂da chi😡😏

Pensare di essere rappresentati nel mondo da un bugiardo seriale, da un condannato, da uno che vuol dividere la Patria, da un alfanochi? Da verdini dico da verdini, razzi e scilipodi, vergogna

Nn so chi mi fa più schifo lui o tutta quella gente 🤔

Quanti idioti ke continuano a venirvi dietro....la colpa non è vostra ma è loro....

Quanta strumentalizzazione da campagna elettorale. Guglielmo e Renzi sono esattamente all'opposto come stile e pensiero politico. Un po' di rispetto!

+ View more comments

2 days ago

Alberto Losacco

Buona puglia Matteo Renzi! ... See MoreSee Less

Buona puglia Matteo Renzi!

3 days ago

Alberto Losacco

Ieri pomeriggio ho presentato un’interrogazione al Ministero dell’Istruzione per chiedere un intervento a seguito dell’ennesimo caso di aggressione a un’insegnante, quello alla Don Bosco nel quartiere Libertà di Bari.
La settimana scorsa a Putignano un preside era stato aggredito da 3 persone mentre provava a risolvere un litigio tra studenti all’ingresso della scuola. È un fenomeno preoccupante, è il punto di degenerazione della perdita di rispetto e di riconoscimento di qualsiasi forma d’autorità. Ma lo è anche perché la scuola dovrebbe essere il luogo per antonomasia del dialogo e del confronto tra tutti quelli che sono coinvolti nel processo educativo e invece ci ritroviamo ad assistere a vicende del genere.
Per questo credo che un intervento del Ministero sia necessario: sia per verificare la sicurezza degli istituti dal punto di vista degli accessi, ma soprattutto per promuovere una cultura di rispetto circa il ruolo e la funzione degli insegnanti e delle autorità scolastiche.
... See MoreSee Less

Ieri pomeriggio ho presentato un’interrogazione al Ministero dell’Istruzione per chiedere un intervento a seguito dell’ennesimo caso di aggressione a un’insegnante, quello alla Don Bosco nel quartiere Libertà di Bari. 
La settimana scorsa a Putignano un preside era stato aggredito da 3 persone mentre provava a risolvere un litigio tra studenti all’ingresso della scuola. È un fenomeno preoccupante, è il punto di degenerazione della perdita di rispetto e di riconoscimento di qualsiasi forma d’autorità. Ma lo è anche perché la scuola dovrebbe essere il luogo per antonomasia del dialogo e del confronto tra tutti quelli che sono coinvolti nel processo educativo e invece ci ritroviamo ad assistere a vicende del genere. 
Per questo credo che un intervento del Ministero sia necessario: sia per verificare la sicurezza degli istituti dal punto di vista degli accessi, ma soprattutto per promuovere una cultura di rispetto circa il ruolo e la funzione degli insegnanti e delle autorità scolastiche.

Comment on Facebook

La nostra società sembra che abbia perso il rispetto nei confronti degli insegnanti e del lavoro di educazione che loro svolgono giorno per giorno in mezzo a mille difficoltà alla luce di tutto questo un intervento del Ministero mi sembra piu che dovuto.

5 days ago

Alberto Losacco

Sono raccapriccianti le immagini, diffuse oggi dalla Questura, dell’aggressione omofoba della scorsa estate in Largo Adua. Brave le forze dell’ordine che oggi hanno arrestato parte degli aggressori e che continuano le indagini per individuare tutti gli autori di questo inaudito atto di odio e intolleranza. Una delle leggi più importanti che abbiamo approvato in questa legislatura è quella sulle unioni civili. Vale anche come risposta all’omofobia e alle discriminazioni. Occorre però non abbassare mai la guardia, perché fatti del genere in Italia, in una città come Bari, non devono accadere mai più. ... See MoreSee Less

Sono raccapriccianti le immagini, diffuse oggi dalla Questura, dell’aggressione omofoba della scorsa estate in Largo Adua. Brave le forze dell’ordine che oggi hanno arrestato parte degli aggressori e che continuano le indagini per individuare tutti gli autori di questo inaudito atto di odio e intolleranza. Una delle leggi più importanti che abbiamo approvato in questa legislatura è quella sulle unioni civili. Vale anche come risposta all’omofobia e alle discriminazioni. Occorre però non abbassare mai la guardia, perché fatti del genere in Italia, in una città come Bari, non devono accadere mai più.

5 days ago

Alberto Losacco

Parte oggi il #trenoPd, attraverso l'Italia, per ascoltare, per confrontarsi, per discutere, per migliorare. #destinazioneItalia
Partito Democratico
... See MoreSee Less

Comment on Facebook

Siamo sicuri che ascolterà e discuterà ?

non sanno più come prenderci per il culo

Parte il treno della mediocrita'

Da noi sono bloccate le linee quindi ce la scanziamo sta messa in scena,

Vergogna. State a casa che fate più bella figura.

ASCOLTANO LÀ GENTE, I LORO PROBLEMI, COSI FACENDO EVITANO DI FATE QUELLO CHÉ CHIEDE IL POPOLO. (DANDO CON UNA MANO È RIPRENDESI TUTTO CON TUTTE DUE LE MANI ) .

A tutti quelli del PD andate a lavorare siete dei falliti degli sfigati

E con quali soldi vanno in giro??? Con quelli dei cittadini onesti che hanno sempre pagato le tasse....!!!!

Il treno dei bugiardi imbroglioni...

+ View more comments

Load more